Contributi imprese settore commercio

por

DGR 1443 del 15 settembre 2016

fse-2014-2020

AIUTI per INVESTIMENTI in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale

settore COMMERCIO

DESTINATARI

PMI con unità operativa in Veneto dei settori del commercio e della somministrazione e servizi.

Occorre verificare che il codice ATECO della sede dell’azienda, dove si realizza l’intervento, sia nella lista dei codici ammissibili.
TEMPI

  • Presentazione domande dalle ore 10.00 mercoledì 19/10/2016.
  • Tra i progetti che avranno ottenuto il punteggio minimo, verrà stilata una graduatoria di beneficiari seguendo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.
  • Le spese relative al progetto devono essere sostenute e pagate interamente dal beneficiario tra l’1/6/2016 e 12 mesi dalla concessione del contributo.

CONTRIBUTO

Fondo perduto pari al 50% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione del progetto

  • minimo € 7.500 corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a € 15.000
  •  massimo € 50.000 corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari o superiore a € 100.000

L’intervento si considera de-minimis.

Il Bando ha una dotazione finanziaria pari ad euro 3.000.000

 SPESE AMMISSIBILI

Progetti volti a introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ad ammodernare i macchinari e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale.

Sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisto di:

  1. macchinari, impianti produttivi, attrezzature, arredi e sistemi di sicurezza. Le spese funzionali all’attività di impresa comprendono anche: sistemi antintrusione, antitaccheggio e antirapina, installazione di collegamenti telefonici, telematici ed informatici strettamente finalizzati al collegamento degli impianti di sicurezza con centrali di vigilanza; installazione di sistemi di videosorveglianza o video protezione; sistemi telematici antirapina conformi a quelli previsti da protocolli d’intesa con il Ministero dell’Interno; sistemi di allarme con individuazione satellitare collegati con le centrali di vigilanza; vetrine antisfondamento; inferriate, serrande e porte di sicurezza; dispositivi aggiuntivi di illuminazione notturna connessi all’impiego di protezioni esterne di sicurezza che consentano la vista dell’interno; sistemi di pagamento elettronici, apparecchi per la lettura dei codici a barre, casse provviste di display touch screen. Sono ammissibili le relative spese di trasporto ed installazione presso l’unità operativa in cui si realizza il progetto.
  2. brevetti, know-how, diritti di licenza, hardware e software. Le spese comprendono anche: vetrine digitali, totem interattivi, touch screen, dispositivi per la multi – canalità dell’offerta e commercio elettronico, sistemi logistici, acquisizione di software e infrastrutture, destinati alla creazione di siti ecommerce e di sistemi che consentano la gestione delle varie transazioni on-line; sistemi di sicurezza della connessione di rete, acquisizione di tecnologie informatiche per la promozione e la vendita on-line di prodotti e servizi anche attraverso l’integrazione con piattaforme di social networking o attraverso la creazione di applicazioni social, strumentazione informatica anche per la gestione delle procedure di fatturazione elettronica. L’acquisizione di brevetti, diritti di licenza e la registrazione di marchi devono essere strettamente strumentali alla realizzazione del progetto. I programmi informatici devono essere commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa.
  3. opere di impiantistica, compresi interventi di sostenibilità energetica e ambientale. Le spese comprendono anche: impianti elettrici, idraulici, di riscaldamento e/o climatizzazione, miglioramento degli standard di sicurezza e dell’accessibilità, risparmio energetico, abbattimento delle barriere architettoniche, isolamento termico di strutture orizzontali e verticali, serramenti e infissi, sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna, sistemi di illuminazione a basso consumo, sistemi di climatizzazione passiva sistemi di ombreggiatura, filtraggio dell’irradiazione solare, impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento; opere murarie (limitatamente a lavori edili funzionalmente correlati agli impianti).
  4. mezzi di trasporto ad esclusivo uso aziendale. Le spese comprendono anche: mezzi targati e non, destinati al trasporto di cose e merci con esclusione delle autovetture.

BANDO DELLA REGIONE VENETO – DGR 1443

Per informazioni telefonare al 0425- 485621 e chiedere di Daniele

Inserisci la tua mail per essere aggiornato su novità legislative e possibili finanziamenti