Rischio Agenti Fisici

Rischio Agenti Fisici e Chimici

Rischio Agenti Fisici:

Valutazione del Rumore aziendale come richiesto dal Titolo VIII Agenti Fisici del D.Lgs. 81/08 – Capo II e avente i seguenti contenuti:

Rischio Agenti Fisici

  • sopralluogo presso la vostra Azienda;
  • verifica delle mansioni e definizione dei tempi lavorativi;
  • verifica dei Dispositivi di protezione Individuale e delle loro caratteristiche;
  • rilevazione del livello di pressione sonora con fonometro conforme alle prescrizioni della norma IEC 651 gruppo 1;
  • elaborazione di un relazione tecnica indicante la valutazione del rischio e gli eventuali adeguamenti da effettuare;
  • la discussione degli adempimenti previsti.

 

Valutazione delle vibrazioni negli Ambienti di Lavoro secondo il dal Titolo VIII Agenti Fisici del D.Lgs. 81/08 – Capo III; le nostre prestazioni saranno realizzate nel seguente modo:

  • sopralluogo in azienda per conoscere il ciclo produttivo, visionare le macchine e le attività che possono generare vibrazioni mano-braccio e corpo intero;
  • confronto delle lavorazioni svolte con la macchine precedentemente indicate e i dati presenti nella banca dati dell’ISPEL;
  • integrazione con le misure sul campo dei dati mancanti e/o esecuzione delle misure anche in presenza di riferimenti sulla banca dati;
  • Acquisizione dei tempi di esposizione ( indicati dal datore di lavoro o da un suo incaricato);
  • elaborazione di una relazione tecnica indicante la valutazione del rischio e gli eventuali adeguamenti da effettuare.

Agenti Chimici:

rischio chimico Rilevazione dell’esposizione dei lavoratori alle polveri di legno come richiesto dal TITOLO IX – SOSTANZE PERICOLOSE – CAPO II – Protezione da agenti cancerogeni e mutageni:

  • sopralluogo presso la Vostra Azienda da parte di un Tecnico di Laboratorio con noi convenzionato;
  • verifica delle mansioni e degli esposti;
  • rilevazione dell’esposizione individuale secondo quanto prescritto dall’All. B “Linee Guida del 27/09/2002 – Lavorazioni che espongono a legno duro “tramite Campionamento personale per la durata complessiva massima di 4 ore”;
  • analisi del campionamento presso il Laboratorio;
  • elaborazione di una relazione tecnica indicante i livelli di esposizione massime consentite dalla Normativa Vigente.