Reputazione online, personal branding e social recruiting

Come migliorare la propria reputazione online e perché è così importante oggi avare una buona reputazione digitale su internet.

Indice
1

Web reputation e personal branding online

Hai mai pensato che la tua reputazione online o quello che pubblichi sui tuoi profili social e sul web in generale, potrebbe essere visto dai recruiter o dal tuo datore di lavoro? Da qui l’importanza di avere una buona Digital o Web Reputation, ovvero una buona reputazione online! Anche perché al giorno d’oggi la ricerca di candidati attraverso i social media (Social Recruiting) come Linkedin, Facebook e Instagram, sta diventando sempre più diffusa e non puoi di certo farti cogliere impreparato. Occorre quindi mettere in atto una vera e propria strategia di personal branding online che ti permetta di sfruttare al meglio tutte le potenzialità dei vari social media per trovare lavoro.

Web reputation e personal branding online
2

A cosa serve la web reputation?

La reputazione sul web, detta anche digital o web reputation è in sostanza l’immagine che ognuno di noi si costruisce sulla rete nel corso del tempo. Hai mai provato a cercare il tuo nome e cognome su Google? Potresti essere sorpreso dai risultati e magari scoprire che ci sono contenuti indicizzati che potrebbero compromettere la tua reputazione e credibilità. I motori di ricerca, infatti, raccolgono tutto, dalle informazioni sui siti web a quelle presenti sui profili social. Tutto ciò che pubblichi, in base alle impostazioni privacy, può essere visionato da milioni di persone! È quindi fondamentale fare un controllo accurato ed eliminare vecchi account inutilizzati e tutto ciò che non vogliamo compaia tra i risultati di ricerca. Soprattutto se stiamo cercando lavoro, curare la propria reputazione su internet è un’attività da non trascurare assolutamente, dato che la maggior parte dei recruiter, dei responsabili HR e dei datori di lavoro in generale, dopo aver letto curriculum e lettera di presentazione, cercano ulteriori informazioni sul candidato potenziale sul web e sui social, così da avere una visione di insieme più completa. In fin dei conti, ognuno di noi quando desidera sapere qualcosa di più su una persona in particolare, va a cercare informazioni sui social network; quindi, la nostra reputazione digitale deve essere sempre impeccabile!

Reputazione online, digital o web reputation.
3

Come migliorare la propria reputazione online?

Profili social aggiornati: rendiamo il più completi possibili tutti i nostri profili social inserendo tutte le informazioni e prestando attenzione a chi li visita (funzione presente su Linkedin) così da ampliare la rete di contatti. Occhio alla foto! Da evitare assolutamente foto imbarazzanti che ci ritraggono in contesti fuori luogo; la foto profilo è la prima cosa che attira l’attenzione e deve trasmettere sempre professionalità. Fare un controllo costante della nostra attività sul web: cercando il proprio nome e cognome su Google usciranno diversi risultati; in base ad essi possiamo agire cancellando account social obsoleti ed eventuali contenuti che potrebbero compromettere la nostra web reputation. Impostazioni sulla privacy dei profili social: è opportuno impostare un alto livello di privacy in tutti i nostri profili, in modo che solo gli amici possano vedere tutti i contenuti pubblicati.

Come migliorare la propria reputazione online?
4

Social recruiting e personal branding

La valutazione dell’immagine digitale dei candidati ha acquisito sempre più importanza nel processo di ricerca e selezione del personale; a tal punto che si parla di vero e proprio social recruiting, ovvero ricerca dei migliori candidati attraverso i social media ed analisi delle competenze e della personalità degli stessi in base ai contenuti pubblicati. I recruiter, infatti, oltre a leggere il curriculum e la lettera di presentazione, ricercano sempre più spesso informazioni sul candidato anche sui social media (Linkedin in primo luogo ma anche Facebook, Twitter, Instagram…). In questo modo possono farsi un’idea più completa del comportamento e della personalità. Tra gli aspetti che vengono presi maggiormente in considerazione troviamo:
Esperienza professionale generale del candidato, premi e riconoscimenti professionali;
Personalità che emerge dal profilo in base ai contenuti postati, condivisi e ai commenti (anche delle altre persone);
Informazioni personali(età, stato civile, hobby e interessi…)
Foto e video postati;
Numero di contatti/follower Tieni bene a mente questo: un selezionatore su tre ammette di aver scartato un curriculum valido dopo aver dato un’occhiata ai contenuti pubblicati online dal candidato.
Perché correre questo rischio? Per evitare che la vita sui social possa in qualche modo compromettere la nostra reputazione professionale, è opportuno prestare la massima attenzione al livello di privacy impostato sui vari profili social (chi può vedere cosa) e tenere comunque una condotta impeccabile, evitando di pubblicare, condividere e commentare con contenuti fuori luogo.

Social recruiting e personal branding
5

L’importanza del personal branding online ai tempi del social recruiting.

I social network sono una vetrina di presentazione molto potente e se utilizzati nel modo corretto, possono davvero essere un trampolino di lancio per il proprio personal branding sul web. Il personal branding altro non è che la promozione di sé stessi e della propria professionalità ed è la parola chiave se stai cercando un nuovo lavoro, soprattutto da quando è esploso il social recruiting. Ecco che i social media ci danno la possibilità di mettere in mostra le nostre qualità e di costruirci una rete di contatti che può tornarci utile per trovare nuove opportunità professionali. I recruiter apprezzano in particolare i candidati che partecipano alle discussioni sui social su temi di loro interesse, soprattutto se affini ai loro ambiti professionali, e che dimostrano di essere aperti a un confronto costruttivo, anche con chi ha più anni di esperienza.

L’importanza del personal branding online ai tempi del social recruiting.
6

Come rendere appetibile il profilo social agli occhi dei recruiter?

Una buona condotta digitale e profili social ben gestiti possono portare alla tua reputazione online un valore aggiunto inestimabile. Ecco qualche consiglio per la gestione dei tuoi social!
Rendi completo il profilo biografico: inserisci le informazioni più rilevanti, percorso di studi, esperienze professionali, hobby e interessi…e scegli una foto profilo il più possibile professionale.
Presta attenzione al network: costruisci una buona rete di contatti inviando richieste di contatto mirate e in linea con il tuo personal branding (ad esempio su Linkedin puoi chiedere il collegamento al responsabile risorse umane dell’azienda per la quale vorresti lavorare).
Occhio ai contenuti che pubblichi! Posta contenuti professionali che valorizzino le tue competenze, che raccontino chi sei e che esprimano un’immagine positiva. Segui i profili aziendali e i gruppi di tuo interesse e se intervieni nelle conversazioni, cerca di avere sempre un’ottima condotta (evita di parlare di politica, religione e tematiche scottanti e attenzione a volgarità ed errori di ortografia).
Imposta i filtri sulla privacy: fai in modo che non tutti possano visualizzare i contenuti del tuo profilo completo, soprattutto sui social più personali come Facebook e Instagram che sono per loro natura meno professionali rispetto a Linkedin. Occorre evitare che i selezionatori possano avere accesso a informazioni personali che potrebbero influenzare negativamente il loro giudizio sulla tua professionalità.

Come rendere appetibile il profilo social agli occhi dei recruiter?
7

Perché è cosi importante avere un profilo LinkedIn?

Se sei alla ricerca di lavoro, non puoi non avere un profilo su Linkedin!
Linkedin è il social network professionale per eccellenza (11 milioni di utenti solo in Italia), una sorta di curriculum online, una vetrina che mette in mostra le tue qualità lavorative, con la possibilità di metterti anche in contatto con recruiter e potenziali datori di lavoro. Linkedin, inoltre, è un vero e proprio database per la ricerca di offerte di lavoro (in concorrenza ai famosi portali come, ad esempio, Indeed) ed offre la possibilità a chi seleziona il personale di ricercare il candidato ideale in base alle caratteristiche professionali.
Linkedin offerta lavoro
La maggior parte delle aziende pubblica offerte di lavoro direttamente su Linkedin ed è semplice ed immediato candidarsi direttamente con il proprio profilo come fosse un CV.Ecco, quindi, che avere un profilo su Linkedin è assolutamente indispensabile e va aggiornato costantemente. La parte più significativa è quella che fa riferimento alle esperienze lavorative, ma vanno segnalati anche premi, riconoscimenti e progetti professionali, nonché le proprie attitudini personali.

Perché è cosi importante avere un profilo LinkedIn?
8

Come avere un profilo LinkedIn interessante?

Aggiorna costantemente il profilo: come aggiorni il CV classico, lo stesso devi fare con il profilo Linkedin! Magari ogni tanto inserisci anche una nuova foto profilo per renderlo più dinamico.
Traduci il profilo in inglese. Se hai intenzione di lavorare all’estero, per una multinazionale o per aziende che hanno a che fare con l’export, può essere una buona idea tradurre il profilo in inglese (per farlo c’è una funzionalità specifica su Linkedin).
Non trascurare il sommario: la parte iniziale del profilo di Linkedin ti permette di inserire una rapida ma esaustiva descrizione di quello che sei e sai fare e va sempre inserito. Permette infatti ai selezionatori di avere subito un’idea chiara sul tuo profilo professionale. Il sommario deve essere breve e accattivante; puoi inserire una descrizione più approfondita della tua qualifica oppure essere più creativo e parlare di te…quello che conta è essere sintetici e non trascurare l’importanza delle keyword (le parole chiave grazie alle quali l’algoritmo di Linkedin permette ai recruiter di trovare il nostro profilo in base ad una ricerca specifica. Le parole chiave vanno comunque inserite in tutti i campi del profilo.)
Completa tutti i campi del profilo: rendi il profilo più completo possibile, inserendo tutte le descrizioni delle tue esperienze di lavoro; elenca i risultati ottenuti (magari con link diretti), inserisci documenti, PDF, presentazioni, attestati di corsi e certificazioni.

Come avere un profilo LinkedIn interessante per attirare i recruiter?
9

Come attirare i recruiter su Linkedin?

Fatti notare anche visivamente. Non tralasciare l’importanza dell’impatto grafico, quindi largo spazio a immagini di sfondo professionali, video, slide infografiche e tutto ciò che può raccontare il tuo lavoro.
Utilizza gli aggiornamenti di stato: pubblica aggiornamenti costanti per dimostrarti attivo, parlando dei tuoi ultimi lavori e condividendo post interessanti. È importante anche partecipare attivamente alle discussioni di tuo interesse attraverso commenti e considerazioni (questo aiuta a creare un network di contatti e a mettere in risalto le proprie competenze professionali).
Chiedi raccomandazioni: chiedere di inserire una raccomandazione sulle tue competenze alle persone che hanno lavorato o lavorano con te è assolutamente fondamentale per rendere il profilo ancora più appetibile agli occhi dei recruiter. Ovviamente se chiedi una raccomandazione a qualcuno, è buona regola ricambiare la cortesia scrivendola a tua volta.
Costruisci la tua rete di contatti. Ci sono 3 tipologie di persone da includere su Linkedin: contatti che conosci personalmente, persone che hanno molti collegamenti ed esperti del tuo settore professionale. È importante personalizzare la frase quando si invia una richiesta di contatto per essere più originali e meno scontati. Oltre ai profili personali sono poi importanti da seguire le pagine aziendali delle aziende.

Come attirare i recruiter

Vuoi saperne di più su come migliorare la tua reputazione online?

Noi possiamo aiutarti!

Compila il modulo e ti risponderemo al più presto!

Ai sensi e per gli effetti degli art. 12, 13 del Reg. UE 2016/679 – GDPR, cliccando su “Invia”, dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy per il trattamento dei dati personali.

icon e-cons

Fantastico!
Grazie per aver completato il nostro modulo!

La tua richiesta è stata inviata con successo, il nostro team ti ricontatterà a breve.
In tanto puoi scoprire altre opportunità per te o per la tua azienda.
Ops! Qualcosa è andato storto durante l'invio del modulo.

Società di consulenza aziendale ed ente di formazione accreditato dalla Regione del Veneto.

Via del lavoro 4, 35040 Boara Pisani (PD)
0425485621
info@e-cons.it
logo accreditamento Regione Veneto
Formazione continua
Formazione superiore
Servizi al lavoro
Agenzia del lavoro
logo consorzio EPIC
e-cons aderisce
Consulenza privacy
Servizio DPO
Audit
GPS

Copyright ©2022 e-cons.it

E-CONS S.R.L.– Via del Lavoro 4 – 35040 Boara Pisani (PD) Tel: 0425-485621 – P.IVA – C.F. – Registro Imprese di Padova N. 01171060294 – Codice SDI: SUBM70N — Capitale Sociale 25.500 i.v.