25/2/2013

Data:

Rilancio Aziendale – Servizi Al Lavoro 2013

La Regione Veneto con il DGR 1815 del 03/10/2013 ha stanziato ulteriori risorse (8,5 milioni di euro) finanziarie all’interno delle Politiche Attive per l’anno 2013.

Rilancio Aziendale – Servizi Al Lavoro 2013

La Regione Veneto con il DGR 1815 del 03/10/2013 ha stanziato ulteriori risorse (8,5 milioni di euro) finanziarie all’interno delle Politiche Attive per l’anno 2013. Possono proporre progetti di rilancio aziendale le imprese interessate da CIGS o CIG in deroga, o contratti di solidarietà ubicate in Veneto.

Tipologia Progettuale:

– Progetti per il Rilancio Aziendale (asse I adattabilità)

Soggetti proponenti Rilancio Aziendale :

  • Imprese, interessate da CIGS o CIG in deroga, o contratti di solidarietà, in forma singola, anche consortile, o in partenariato che abbiano almeno un’unità operativa ubicata in Veneto;
  • Soggetti accreditati per l’ambito della formazione continua su espressa commessa di imprese interessate da CIGS o CIG in deroga;
  • Soggetti accreditati per i servizi al lavoro unicamente su espressa commessa di imprese interessate da CIGS o CIG in deroga;

Destinatari:

  • lavoratori sospesi in CIGS, CIG in deroga e con contratto di solidarietà di imprese aventi unità produttive ubicate nel Veneto

Attività effettuabili :

rilancio aziendale
  • Patto di Servizio e Piano di Azione Individuale
  • Accompagnamento
  • Formazione
  • Laboratorio
  • Tirocinio

I progetti per il rilancio aziendale possono richiedere il finanziamento anche per le tipologie di spesa a valere sul FESR, entro il limite del 30% del contributo pubblico, a condizione che siano necessarie al corretto svolgimento del progetto e ad esso direttamente collegate:

  •  Acquisto, rinnovo, adeguamento di impianti, macchinari, attrezzature;
  •  Canoni di leasing dei beni di cui alla precedente tipologia;
  •  Mezzi mobili;
  • Spese tecniche per progettazione, direzione lavori,collaudo e certificazione degli impianti;
  •  Acquisto di hardware e di software;
  •  Acquisto di diritti di brevetto, di licenze, di Know-how o di conoscenze tecniche non brevettate;
  •  Acquisizione di banche dati, ricerche di mercato, biblioteche tecniche;
  •  Spese per perizie tecniche.

Sono escluse:

 Le spese finalizzate al mero adeguamento degli impianti dell’impresa a norme di legge che li rendano obbligatori; gli arredamenti e le macchine per ufficio (mobili per ufficio, personale computer, fotocopiatori, fax, ecc); tutti i mezzi di trasporto; le spese relative al sito web dell’impresa; l’aggiornamento del software di contabilità ed altre attività routinarie e o di normale aggiornamento dei sistemi dell’impresa.

Modalità di presentazione dei progetti:

  • Modalità a sportello: 11 aperture fino al 15/12/2013 (un’apertura ogni 15 giorni, fino ad esaurimento risorse

Priorità Rilancio Aziendale:

  • proposte progettuali relative a specifici casi di crisi aziendale in cui l’Amministrazione regionale si sia impegnata, attraverso accordi o protocolli d’intesa, ad attuare percorsi di politica attiva.
  • artecipazione di imprese socialmente responsabili

La lettura completa della DGR 1815 del 03/10/2013

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Rimani sempre aggiornato e ricevi novità e consigli utili.

Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter.
Ops! Qualcosa è andato storto.

Società di consulenza aziendale ed ente di formazione accreditato dalla Regione del Veneto.

Via del lavoro 4, 35040 Boara Pisani (PD)
0425485621
info@e-cons.it
logo accreditamento Regione Veneto
Formazione continua
Formazione superiore
Servizi al lavoro
Agenzia del lavoro
logo consorzio EPIC
e-cons aderisce
Consulenza privacy
Servizio DPO
Audit
GPS

Copyright ©2022 e-cons.it

E-CONS S.R.L.– Via del Lavoro 4 – 35040 Boara Pisani (PD) Tel: 0425-485621 – P.IVA – C.F. – Registro Imprese di Padova N. 01171060294 – Codice SDI: SUBM70N — Capitale Sociale 25.500 i.v.